SAIP R&D TEAM | UNO SGUARDO AD ALCUNE TRA LE TECNOLOGIE BREVETTATE SAIP

07 maggio 2019

Inverigo (Co), Italy – Sin dagli inizi, oltre quarant’anni fa, SAIP ha sempre guardato avanti, cercando di superare i limiti delle tecnologie in uso e di trovare soluzioni che fossero al contempo più performanti ed efficienti in termini di costi. Questa è la sfida quotidiana del nostro R&D team che con competenza e passione si dedica allo sviluppo di nuove soluzioni e al miglioramento delle tecnologie esistenti.


(Da sinistra verso destra: Roland Rast - Saip Technical Director, Giampaolo Roncon - Mechanics Technical Manager, Tony Murtarelli - R&D Mechanical Engineering, Erminio Ferri - Software and Automation Engineering Manager)

I nostri R&D Team leader, ci presentano di seguito alcune tra le tecnologie brevettate Saip più conosciute.

Third Stream: una nuova generazione di teste di miscelazione in alta pressione

Third Stream , la nuova testa di miscelazione in alta pressione Saip, è frutto di approfondita conoscenza dell’argomento e di ricerche specifiche mirate che hanno dimostrato che la miscelazione in testa di tipo radiale offre risultati migliori rispetto a quella di tipo assiale.

Rispetto ad altri prodotti sul mercato, l’aspetto innovativo di questa tecnologia consiste nel fatto che il riciclo del terzo componente avviene direttamente nella testa, mediante miscelazione radiale dei componenti. Grazie alla direzione che viene impressa ai flussi e all'elevata energia cinetica di ciascun componente, si ottiene una nebulizzazione perfetta e una miscela di schiuma ottimale

La testa di miscelazione Third Stream consente l'iniezione separata dell'agente espandente in qualsiasi tipo di unità schiumatrice (SAIP o di altra marca), nuova o in fase di up-grade.

Il terzo componente viene installato su teste di miscelazione SAIP con diametro variabile da 10 mm a 24 mm.

Caratteristiche tecniche e vantaggi:

  • Riciclo in testa del terzo componente
  • Pressione del terzo componete regolabile (da 0 a 180 bar massimo);
  • Possibilità di esclusione del terzo componente (abilitazione manuale o automatica)
  • Miscelazione di alta qualità grazie alla simultaneità dell'ingresso dei componenti nella camera di miscelazione
  • Omogeneità della miscela

La testa di miscelazione Third Stream è una soluzione versatile e altamente performante ed è giustamente considerata non solo una soluzione innovativa ma anche economicamente vantaggiosa in quanto:

  • offre la possibilità di adeguare l'equipaggiamento esistente all'utilizzo di HC, HFO, metil formiato e altri agenti espandenti;
  • è facile da installare e da usare;
  • richiede poca manutenzione e assistenza

Utilizzata in abbinamento alla macchina schiumatrice in alta pressione a tre componenti, sviluppata da SAIP in collaborazione con UNDP, la testa di miscelazione Third Stream rappresenta un'opzione a basso costo, ideale per le piccole e medie imprese.


Maschera di schiumatura a bocca in su | Maschera di schiumatura elettrica | Stampo di schiumatura modulare: soluzioni di produzione avanzate per l'industria della refrigerazione commerciale

Saip ha sviluppato varie soluzioni per la produzione di cabine per vetrine refrigerate e armadi per distributori automatici che migliorano la produttività, assicurano risparmio energetico e riducono l'impatto ambientale.

La Maschera di Schiumatura progettata e realizzata da Saip, grazie alla tecnologia di riempimento a bocca in su, consente di ottenere un risultato di schiumatura superiore attraverso una migliore distribuzione della densità della schiuma nelle cavità dell'armadio. La piastra superiore della maschera è fissa mentre il piano inferiore è dotato di movimento verticale, dal basso verso l’alto e viceversa, che avviene tramite i cilindri elettrici del servomotore. Tale movimento consente la lavorazione automatica del modello di cabina selezionato.

L'impiego di cilindri elettrici comporta notevoli vantaggi, permettendo di superare i limiti dei sistemi tradizionali ti tipo idraulico o di altro tipo. L’assenza di usura significa assenza di manutenzione, di olii e di relativi scarti, di conseguenza, riduzione dei consumi energetici e minore impatto ambientale .

Caratteristiche tecniche:

  • pareti laterali della maschera realizzate con lastre in alluminio;
  • tubi incorporati per la circolazione dell’acqua di condizionamento;
  • posizionamento automatico dei maschi di schiumatura sulla parte superiore della maschera;
  • riscaldamento del maschio di schiumatura attraverso circolazione di aria calda;
  • regolazione della larghezza, lunghezza e profondità.

La maschera di schiumatura a bocca in su Saip può essere utilizzata in combinazione con il Maschio di schiumatura modulare Saip che consente di utilizzare lo stesso maschio per la produzione di diversi modelli di cabina, con notevole incremento della produttività per assenza di tempi di cambio e di personale dedicato.

Il Sistema di riscaldamento automatico del maschio di schiumatura (tecnologia in attesa di brevetto) consente il preriscaldamento degli stampi prima dell'uso nel processo.

Un sistema dedicato per la gestione dell’impianto e il controllo dei processi è deputato alla verifica che la cabina da schiumare, in arrivo dalla linea di pre-assemblaggio, sia destinata allo stampo corretto.

Sistema Overlapping & Endlapping Saip nel processo di produzione in continuo di pannelli sandwich

Il sistema Overlapping & Endlapping Saip, sviluppato per la giunzione longitudinale ottimale del pannello e la finitura della zona grondaia, prevede che il pannello venga creato prima della fase di schiumatura delle due superfici e consiste in un sistema di taglio con cesoia e un successivo processo di sovrapposizione in movimento le cui misure possono variare da un minimo di 10 mm ad un massimo di 300 mm.

Dopo la sovrapposizione della lamiera, una striscia di polipropilene viene applicata all'estremità della lamiera sovrapposta, in modo da sigillare la sezione e impedire l'infiltrazione di schiuma. La striscia di polipropilene in questione ha una misura unica che si applica a tutte le tipologie di sovrapposizione.

Il pannello viene tagliato usando un disco che taglia il foglio interno del pannello e la schiuma fino ad un certo spessore; il resto della schiuma viene rimosso con un sistema a getto d'acqua. La separazione dei pannelli avviene accelerando il movimento dei pannelli in uscita.

Il sistema Overlapping & Endlapping Saip supera i limiti dei metodi tradizionali che, a seconda delle situazioni, comportano: rischi di ruggine, complessità legate alla gestione della striscia di polietilene (posa e stoccaggio di strisce di varie dimensioni), produzione e gestione di rifiuti di schiuma e di lamiere, ecc; al contempo, presenta notevoli vantaggi, come: migliore finitura del pannello, minore spreco di materie prime, riduzione del consumo di energia e riduzione dei costi di manodopera.